Risolveremo PICCOLI MA IMPORTANTI PROBLEMI.

Risolveremo PICCOLI MA IMPORTANTI PROBLEMI utilizzando chi beneficia del REDDITO DI CITTADINANZA.

Anche a Legnano il reddito di cittadinanza è una realtà, che deve essere attentamente considerata per usufruire delle notevoli potenzialità offerte dai PUC (progetti utili per la collettività).

L’art.4, comma 15, del decreto legge 28 gennaio 2019 n.4 prevede infatti che il beneficiario del reddito di cittadinanza è tenuto a rendersi disponibile ai progetti dei Comuni utili alla collettività per un minimo di 8 ore, estendibili a 16 con il consenso del beneficiario.

Sono previste esenzioni da questo obbligo, che comunque resterebbe a carico di un gran numero di cittadini di Legnano.

I progetti devono essere predisposti dal Comune e devono riguardare gli ambiti culturali, sociali, artistici, ambientali, formativi e di tutela dei beni pubblici.

Per esempio si potrebbero individuare attività di pulizia, di sanificazione, di piccola manutenzione (quale quella dei giochi dei bambini), di trasporto di disabili, di assistenza, di sostegno alle famiglie, di ricerca dei bisogni, di accoglienza ed indirizzo nei servizi sociali, di aiuto nei centri estivi, di sensibilizzazione ed educazione, di supporto all’attività culturale, di sorveglianza dei parchi, delle aree verdi e dell’Olona, di liberazione del fiume dai rifiuti e di pulizia delle sue sponde, di monitoraggio dell’oasi di biodiversità dell’isola del Castello, di tutela dei diritti degli animali e di accudimento al canile.

Per queste ed altre ipotizzabili finalità il Comune potrebbe disporre gratuitamente di un gran numero di collaboratori.

Pertanto la prossima amministrazione dovrà assicurare l’avvio dei PUC al più presto.

I progetti potranno costituire anche un’importante opportunità per i beneficiari del reddito di cittadinanza perché saranno predisposti in coerenza con le competenze e con le propensioni degli interessati emerse nei colloqui preliminari presso il Centro per l’impiego o presso il Servizio Sociale Comunale.

Molti Comuni hanno già avviato i progetti e se il Comune di Legnano non lo farà, in tempi brevi si dovranno individuare le responsabilità per i danni recati alla comunità.

Sarà necessario predisporre un’organizzazione efficiente ed una gestione corretta, avendo cura di evitare complicazioni burocratiche, che minerebbero l’efficacia dei progetti appesantendoli inutilmente.

Come per ogni altra attività comunale e delle società partecipate sarà infine necessario verificare periodicamente i risultati e la qualità dell’attuazione dei progetti e raccogliere le segnalazioni critiche per migliorare i servizi resi e introdurre, se del caso, i correttivi previsti dall’art.5,comma 2, del decreto ministeriale.

Hai domande? Contattaci!

  • Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo l'informativa contenuta nella pagina Privacy Policy